I migliori luoghi per fare le escursioni subacquee in Italia

Il fascino del mare e le meraviglie dei fondali al largo delle nostre coste: ecco i migliori luoghi per fare le escursioni subacquee in Italia

immersioni subacqueeI migliori luoghi per fare le escursioni subacquee in Italia sono veramente tanti: infatti il nostro Paese dispone di numerose località per effettuare le immersioni. Siti straordinari che non hanno rivali per la loro bellezza e per la limpidezza delle loro acque. In tutto, nei mari italiani, sono stati evidenziati oltre 500 anfratti per praticare quest’attività.

I migliori luoghi per fare le escursioni subacquee in Italia appartengono sia alla penisola che alle isole: queste ultime sono non soltanto la Sardegna e la Sicilia, ma anche i piccoli paradisi disseminati intorno alla costa. Tra queste vi sono Lampedusa, Pantelleria, Ustica, Elba, le isole Egadi, Ponza, le isole Eolie, Ventotene, Favignana.

Si tratta di veri e propri gioielli, molte delle quali lontane dal turismo di massa e in grado di offrire una miriade di possibilità per immersioni fantastiche. per esempio, l’isola di Lampedusa possiede acque limpidissime nelle quali vivono tantissime specie affascinanti di pesci. Molto frequentata dai sub è anche l’isola d’Elba, nella quale si trovano moltissimi centri immersione.

Invece il Mar Ligure offre ai sub un’ampia gamma di escursioni, adatte a tutti i gusti e a tutti i livelli di esperienza. Tra i migliori luoghi per fare le escursioni subacquee in Italia ci sono la Riviera dei Fiori, Portofino (con la sua area naturale marina protetta ripopolata con coralli, dentici, cernie e barracuda) e le Cinque Terre.

Uno tra i migliori luoghi per fare le escursioni subacquee in Italia è Ustica, detta anche la Perla Nera del Mediterraneo: infatti quest’isola si caratterizza per le sue rocce laviche di colore nero. Si tratta di un vero e proprio acquario naturale.

Qui vi è una delle prime e più importanti aree marine protette d’Europa, al cui interno si trovano fantastici siti d’immersione: sono lo Scoglio del medico, il Sicchitello, la Grotta dei gamberi e la Grotta da za’ Lisa. L’area ospita banchi di barracuda, ricciole, tonni, cernie e dentici.

L’isola di Ustica si raggiunge scendendo all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo e prendendo al porto l’aliscafo dell’Ustica Lines, Snav o Siremar. È la meta ideale sia per i sommozzatori principianti che per quelli esperti grazie ai ben 30 punti di immersione diversi per caratteristiche e potenzialità.

Considerando le piccole dimensioni dell’isola, si tratta di un numero eccezionalmente grande; allo stesso tempo sono riuniti in un’area ristretta, così da potersi spostare da uno all’altro velocemente. Tra l’altro questo significa che il sito più più lontano è soltanto a 15 minuti di navigazione.

L’isola di Ustica è uno dei migliori luoghi per fare le immersioni subacquee in Italia perché si caratterizza per una flora e una fauna ricchissime, gli habitat in grandissima parte ancora incontaminati e gli ambienti alla visibilità straordinaria: in questo modo è sufficiente immergersi a pochi metri di profondità per poter ammirare spettacoli mozzafiato.

Ciò si spiega in parte con l’origine vulcanica dell’isola: infatti questo ha consentito la nascita di una morfologia unica, dove grotte, anfratti, canyon, caverne e pareti rocciose si susseguono per realizzare fondali davvero straordinari.

Infine non può mancare la Sardegna, famosa in tutto il mondo per ospitare alcuni dei migliori luoghi per fare le escursioni subacquee in Italia grazie alle sue acque cristalline e perfettamente limpide. Ogni punto della costa risulta ideale per ogni genere di immersione, così da poter vivere un’esperienza incredibile e unica.

Non solo vi sono fondali meravigliosi da scoprire, illuminati dai raggi del sole che arrivano a una grande profondità, ma si possono ammirare un gran numero di pesci e crostacei variopinti e in alcuni siti anche i coralli rossi. Un luogo imperdibile è il Golfo degli Aranci: si estende tra l’area marina protetta di Tavolara e il parco della Maddalena e ospita un gran numero di siti splendidi per le immersioni grazie ai fondali meravigliosi.

Per esempio il Portone di Capofigari consiste in una vera e propria porta attraverso cui si accede a un tunnel sottomarino lungo un centinaio di metri per arrivare alla Dromia: si tratta di una grotta in cui la luce solare proveniente dalle fenditure delle rocce crea giochi di colore e riflessi vivaci e sorprendenti. Qui i sommozzatori più esperti possono immergersi fino a una profondità di 35 metri per raggiungere il fondale della grotta e ammirare un’ancora bizantina in ottimo stato e ancora praticamente intatta.

Infine a Olbia si possono praticare splendide escursioni subacquee nell’aria protetta che circonda l’isola di Tavolara. I fondali rocciosi sono caratterizzati da una gran varietà di specie floreali e animali. In più la luce del sole crea riflessi e giochi di colore straordinari.

Qui si consiglia l’escursione subacquea dell’Occhio di Dio: si tratta di un punto profondo 40 metri e in cui vivono dentici, ricciole e aragoste. Le pareti rocciose scoscese sembrano delle vere e proprie montagne e le escursioni possono essere effettuate anche in notturna.

Pubblica un commento

TI SUGGERIAMO

LEGGI ALTRI

Genova

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...