Uomo decapitato: indagato nipote

Claudio Borgarelli, nipote di Albano Crocco, l'ex infermiere ucciso e decapitato martedì nei boschi di Lumarzo, sulle alture di Chiavari, è indagato per omicidio volontario. Borgarelli ha ricevuto l'avviso di garanzia prima della perquisizione domiciliare di ieri. Un atto dovuto spiegano gli inquirenti e il suo avvocato Antonio Rubino. I carabinieri di Chiavari e del nucleo investigativo hanno sequestrato armi (una pistola regolarmente detenuta e alcuni coltelli) ma anche arnesi da lavoro (roncole, asce e machete) e indumenti. Il materiale acquisito è stato inviato a Parma per essere analizzato dai Ris. Borgarelli non è l'unico sospettato. Le attenzioni degli inquirenti si concentrano anche su altri due soggetti che avrebbero avuto litigi con la vittima e che presenterebbero un 'profilo' compatibile con l'assassino, ovvero qualcuno che abbia dimestichezza con grosse armi da taglio. Questa mattina è stato conferito l'incarico al medico legale Alessandro Bonsignore per eseguire l'autopsia.

ANSA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Genova

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...